Follow Us @soratemplates

giovedì 12 marzo 2020

Blogtour: Le verità di Numeesville di Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro

giovedì, marzo 12, 2020 8 Comments

Buongiorno readers, non scrivo da moltissimo, ma con la laurea alle porte non ho avuto assolutamente il tempo, con mio grande dispiacere! :( Ma oggi sono tornata per una bellissima iniziativa: il blogtour di Le verità di Numeesville di Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro, un intrigante thriller che vi terrà col fiato sospeso!  E che potrete avere in formato cartaceo con qualche piccola mossa! 📖💙


Le verità di Numeesville
Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro



Listino:
11,99€
Copertina: Brossura
Editore: Sel Publishing
Pagine: 404
Genere: thriller
Ci sono storie di cui non vorresti mai conoscere la fine, ma ricorderai per sempre come sono iniziate. Un'intricata ragnatela di eventi avvolge le vite degli abitanti della tranquilla cittadina canadese di Numeesville e, poco a poco, rivela verità sconcertanti. In un tetro gioco del destino, c'è chi si nasconde dietro una facciata di perbenismo, chi nega deliberatamente l'evidenza dei fatti e poi c'è Sophie Park che, privata di una promettente carriera giornalistica, scappa dalla gabbia del proprio presente. Si ritrova però ad annegare nel torbido passato della sua città natale, dove tornano a galla particolari ignorati di una morte misteriosa che l'ha segnata profondamente. La donna non ha dimenticato e si rifiuta di credere all'ipotesi di molti che si sia trattato di un suicidio, facendo di tutto per riaprire quel caso, archiviato come irrisolto dieci anni prima. Ed è allora che una voce si solleva più forte delle altre, quella di colei che tutto sa, nonostante mai avrebbe voluto sapere. "Danzo leggera con lei e assaporo l'illusione di ciò che mi è rimasto della vita: i ricordi, i profumi, le sensazioni e... l'inaspettata verità."


Ma andiamo a noi, di questo blogtour mi occuperò della playlist!🎵
Avete presente quando guardate un film e l'emozione cresce perché c'è quella musica lì?! Quella che ti fa venire i brividi, che ti spinge a lacrimare o a provare compassione, o che ti fa battere il cuore per l'ansia e l'aspettativa. Ebbene, proverò a fare questo. Difficile, senza ombra di dubbio. Il libro è lunghissimo e scegliere le canzoni è stato faticoso, ogni momento aveva bisogno di note differenti, quindi, ahimè, ho dovuto fare una scelta! Ma spero vi piaccia.
N.B. Per facilitarvi ho inserito i link di spotify, sperando che l'abbiate tutti!

🎵 Iniziamo l'avventura. Secrets - One Republic
🎵 Incontri/Ricordi. Hello - Adele
🎵 Al Pub. How you remind me - Nickelback
🎵 Camminando verso il lago, dopo la Tana. Everything I need - Skylar Grey
🎵 Sospetti. Fine del ringraziamento. Madness - Ruella
🎵 La disperazione. Parlando con Madison. Leave a light on - Tom Walker
🎵 Parlando con Chris. Say (All I need) - One Republic
🎵 Nella grotta in compagnia.  War of hearts - Ruella
🎵 Drew. Human - Rag'n Bone Man
🎵 Ansia.  Every breath you take - Denmark + Winter
🎵 Happy Christmas, Numees! Wherever I go - Hanna Montana
🎵 Alfa contro Alfa. Believer - Imagine Dragons
🎵 Miss Detective. Holy grail - Dead Posey
🎵 La gatta. La gatta - Gino Paoli
🎵 Chi sei, Jack. Breathe - Fleurie
🎵 Run boy, run. Run boy run - Woodkid
🎵 Segreti svelati. Emerald - Lyra



📝 Regole per partecipare:
  • segui la pagina Facebook Le verità di Numeesville & Legàmi
  • segui tutti i blog che ospitano le tappe (che verranno riportati nelle immagini sotto; per seguire il mio blog dovete cliccare su SEGUI nei lettori fissi della colonna di destra); 
  • segui la pagina instagram maryeclabooklovers;
  • commenta almeno tre tappe del blogtour (ogni commento vale 1 punto, quindi se commenti tutti i post prendi 6 punti); 
  • lasciaci la tua mail. 

📌 Form per partecipare: 

In bocca al lupo, see you later.

martedì 26 novembre 2019

"È così che si fa" di Giulia Rossi

martedì, novembre 26, 2019 1 Comments
Buongiorno readers! È  un po' che non scrivo, il blog è in manutenzione e ogni volta che entro va a finire che aggiusto un po' qua e un po' là senza mai dedicarmi davvero a recensioni o altro! 😕 Ma questa recensione è abbastanza importante, quindi, eccomi qui - cercando di non guardare quanto la grafica sia disastrosa - a scrivere!




È così che si fa
GIULIA ROSSI



Listino:
16,90€
Copertina: Brossura
Editore: Nord
Pagine: 342
EAN: 9788842931881
Data di uscita: 05/09/2019
Genere: romanzo
Se chiedessimo al professor Federico Gastaldi quando tutto è cominciato, risponderebbe d'istinto: «Quel pomeriggio d'ottobre. Proprio nel momento in cui mia moglie aveva più bisogno di me, io ero fuori casa, avevo altro per la testa, e non ho nemmeno sentito il telefonino che squillava a vuoto. Da allora, mi è andato tutto storto, e io ho commesso fin troppi sbagli...» Questo romanzo, invece, inizia qualche mese dopo, una mattina di maggio, quando a scuola - un liceo classico di una cittadina di provincia - viene trovato un biglietto anonimo che subito viene fotografato e condiviso sulle chat di WhatsApp. E una confessione, uno sfogo, forse una lettera d'addio. L'autore è di sicuro uno studente, ma chi? L'ultimo a sapere dell'accaduto è come al solito Federico, che tornato a casa si accorge di avere il telefono pieno di notifiche. Legge i messaggi allarmati dei colleghi, infila la mano nella tasca dei pantaloni e impreca... Ha perso quello stupido biglietto, scritto di getto all'alba, e proprio nei corridoi della scuola! Nel giro di un paio di giorni, il biglietto diventa virale su Facebook e la storia monta a tal punto da interessare persino giornali e televisione. Ma un risvolto positivo in questa faccenda c'è. Mentre è freneticamente impegnato a proteggere la sua vita privata dalla curiosità dei social, Federico è finalmente costretto ad affrontare tutto ciò che è accaduto da quel famoso pomeriggio di ottobre a quella mattina di maggio. E così anche noi lettori, rivelazione dopo rivelazione, impareremo a conoscere davvero Federico, un brav'uomo che si è scoperto fin troppo fragile, al punto da commettere un ultimo, imperdonabile errore. Vittoria, una moglie allo stesso tempo presente e assente. E Matilde, una studentessa diversa dalle altre: testarda, intelligente e... innamorata. E assieme a loro ci renderemo conto che non c'è più posto per alibi, bugie e scorciatoie. Perché tutti noi sbagliamo nella vita, l'importante è trovare il modo giusto di riscattarci.



"Questa storia non rientra in una categoria. E non perché sia speciale, ma perché ogni storia, in fondo, è l'eccezione a una regola che non esiste."
"E' così che si fa" è un libro particolare. Intenso. Non intenso come quei romanzi in cui ci sono una serie infinite di tragedie tra cui morti, malattie incurabili che ti fanno piangere all'infinito; no, l'intensità del libro è proprio quella di parlare di tragedie che ci sfiorano ogni giorno senza però che vengano manifestate a gran voce. Nei ringraziamenti l'autrice afferma che la sua agente ha definito le pagine del libro "parole sussurrate in mezzo a un mondo che urla". Ebbene io l'ho percepito così. L'ho sentito piano scivolarmi addosso ed entrami nella pelle, lentamente, senza alcuna emozione aggressiva di sconforto, la tristezza è calata silenziosa. In realtà, proprio per questa sua delicatezza, potrebbe sembrare noioso, all'inizio, ma più si va avanti più i fili ingarbugliati delle vite di queste persone ti avvolgono, e tu non vuoi fare altro che districarli.
Credo che a un certo punto impari a fare una cernita delle cose in grado di farti affondare.
Forse questo non è un libro che rileggerei due o tre volte, ma è uno di quei libri che ringrazio di aver trovato nel mio cammino, magari non per la storia travolgente o originale, ma per le sue citazioni, per quelle frasi che hanno parlato di me e di come mi sento, e di come va il mondo. Quasi te lo spiega, il mondo, ti dice quanto è marcio e cosa c'è che non va, ma non ti da una soluzione, né ti da speranza, di tanto in tanto ti consiglia: "Quello che fai cambia sempre qualcosa. Anche quando sembra che non cambi niente. Il giorno in cui smetterai di pensarlo, sarà il giorno in cui diventerai vecchio."

Federico è il classico uomo perbene, quell'amico leale che rimane nel bene e nel male, quell'insegnante che ti lascia il segno e che almeno una volta nel proprio percorso scolastico bisognerebbe incontrare, E' quell'insegnante che crede che un voto alto non sia l'obiettivo ma solo parte del percorso. Mi ha ricordato vagamente Alessandro di "Scusa ma ti chiamo amore", non di certo per la descrizione, ma probabilmente perché entrambi si sono lasciati affascinare dalla giovinezza, da quello che quell'età contiene in sé: la possibilità di potere ancora fare tutto. E allo stesso tempo Matilde mi ha ricordato Niki nella sua superficialità di diciottenne, nella sua speranza di potere affrontare il mondo con unica arma l'amore. Ma le storie sono assolutamente differenti, nel libro di Moccia Alessandro si libera dalla "strega" e trova in Niki la sua anima gemella. Qui è differente. Qui non ci sono fidanzate o mogli stronze di cui liberarsi. No, qui c'è una donna qualunque. Vittoria mi è stata antipatica all'inizio, sembrava la classica ragazza moderna tutta verdure e fitness, fissata con l'apparenza. Ecco, mi sono lasciata fuorviare, solo dopo, conoscendola mi sono ricreduta e mi sono persino sentita in colpa. Il bello di questo libro è proprio questo: ti da uno spiraglio di vita di ognuno di questi personaggi e te li fa amare tutti, indistintamente. Non ci sono buoni o cattivi, non riesci ad essere di parte con nessuno di loro. Tutti hanno fatto errore e sono stati feriti, e a volte sono proprio le ferite che li hanno fatti sbagliare.
"Ognuno si salva come può, non avere la presunzione di pensare che i tuoi salvagenti siano migliori dei miei."
Ci sono moltissimi personaggi di cui mi soffermerei a parlare ma finirei per dilungarmi più di quanto non stia già facendo! Ma un personaggio che devo assolutamente citare è Andrea. Questo liceale è forse il mio personaggio preferito. Nella mischia di tutte queste persone spaesate dal dolore è l'unico che abbia trovato la luce e la forza per andare avanti. Tra chi ha perso è l'unico che abbia avuto la forza per risollevarsi e di non gravare sugli altri. Guardandolo così socievole e solare non ci si aspetta che abbia sofferto più di un normale liceale; in realtà all'inizio lo trovavo anche abbastanza superficiale come (giustamente) ogni ragazzo della sua età può essere; e invece no, mi lascia di stucco spiegando a parole sue come dovrebbe essere l'amore.
"Sa quali sono gli unici criteri per capire se una persona è davvero quella giusta per te? Sono due, universali e infallibili. E li sto inventando proprio in questo momento. Uno. Misurare la forza vitale. Vedere come ti va il resto della vita mentre ami questa persona. O pensi di amarla. Dai, hai capito: vedere quanta carica ti mette per le cose che non hanno niente a che vedere con voi due. Studiare, leggere, guardare film. Sei uscita a fare passeggiate in posti sconosciuti, mentre eri presa ad amarlo? Ti è venuta voglia di fare una cosa stupida per il gusto di farla? Se è così, prendi lo scooter, te lo presto. Va' da lui e fa un ultimo tentativo, a costo di essere bollata come la rifiutata per l'eternità. Perché quando ami qualcuno devi avere rispetto per ciò che senti. Potrebbe non ricapitarti mai più. Il secondo me l'ha insegnato un amico. Si chiama Italo. Un tizio, fa Calvino di cognome. Senti qua, Non ci si può amare se non si è se stessi con tutte le proprie forze. Questo implica che dovresti avere il coraggio di andare da lui e dirgli che lo ami senza passare da casa a cambiarti e truccarti. E lui non dovrebbe dirti che sei bellissima, dovrebbe scoppiare a ridere e risponderti che hai avuto serate migliori, ma sono le peggiori che si condividono con chi conta davvero."
I finali "aperti" in genere mi lasciano un po' l'amaro in bocca; questa volta l'ho trovato perfetto con l'andamento del libro. Come nella vita vera non sai cosa ti aspetta nel domani, e così ci lascia il libro, con ogni possibilità che qualcosa possa avvenire oppure no.
Incredibilmente piacevoli sono stati i ringraziamenti, che in realtà li ho considerati un po' un extra. La spiegazione di alcuni spunti o lo scorcio sulla sua vita che ha dato modo di leggere è stato interessante, a partire dal commento scortese della signora al fenomeno del Blue Whale. Inoltre, ancora prima di leggere l'ultima riga dei ringraziamenti, avevo già espresso lo stesso pensiero dell'autrice: "domani la tempesta mediatica potrebbe colpire me. O un mio parente. O un mio amico. Giudicati, scherniti, etichettati. Seduti su una versione virtuale ma altrettanto letale della sedia elettrica. Perché tutti abbiamo qualcosa di cui poterci vergognare. Siamo stati solo più fortunati a non essere stati scoperti." Detto ciò, posso quindi affermare con assoluta sicurezza che adoro questa autrice, ma forse penso di adorarla ancor più come persona.

martedì 15 ottobre 2019

Joker

martedì, ottobre 15, 2019 0 Comments


Genere:
Thriller, Drammatico, Giallo
Anno: 2019
Durata: 122 min
Paese: USA
Regista: Todd Phillips
Produzione: DC Comics,DC Entertainment, Joint Effort
Attori: Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Bill Camp, Zazie Beetz, Brett Cullen, Frances Conroy, Glenn Fleshler, Marc Maron, Douglas Hodge, Josh Pais, Shea Whigham
Arthur Fleck, attore comico fallito ed ignorato dalla società, vaga per le strade di Gotham City iniziando una lenta e progressiva discesa negli abissi della follia, sino a divenire una delle peggiori menti criminali della storia.


🅵🅾🅻🅻🅴.⠀

🃏 C'è poco da dire su questo film... sicuramente non è il mio genere, in più punti mi sono ritrovata a dire "voglio tornare a casa", ma è oggettivamente bello. È interpretato da dio! La sua risata risuona nelle mie orecchie di bambina, quando guardando Batman alla TV sentivo qualcosa di estremamente sbagliato nella risata di joker, qualcosa che mi metteva i brividi... ad anni di distanza do risposte ai miei brividi immotivati con l'eccezionale quanto inquietante rappresentazione della mente provata e depravata del personaggio più felice del mondo DC! Guardarlo è stato un gran dejavù, il personaggio è decisamente quello che più rappresenta lo spirito squilibrato di questo personaggio... quello di Nolan è stato bellissimo, accattivante, logico e intelligentissimo; quello di Leto è stato inquietante, scenico ed originale, affascinante di certo, ma questo lo si può descrivere solo nella sfera delle malattie mentali.

Questa è l'anima di joker.⠀

🃏 Avevo sentito che non fosse correlato agli altri film DC, ma in realtà potrebbe benissimo fungere da prequel!⠀


🃏 La mia scena preferita? Questa che si vede sul poster. E la vostra?

Il film è stato inquietante, e drammatico. Un po' splatter in alcuni momenti. Se ciò che voleva trasmettere fosse una certa affinità iniziale con Arthur, e una discesa verso la follia lenta e capita, beh, questo film non può avere che il massimo dei voti. Perché è inquietante, e folle, e rappresenta tutto ciò che la DC, a mio parere, voleva far vedere con questo personaggio. 


Voto 10

domenica 2 giugno 2019

Aladdin

domenica, giugno 02, 2019 2 Comments


Genere:
Avventura, Family, Musicale, Sentimentale
Anno: 2019
Durata: 128 min
Paese: USA
Regista: Guy Ritchie
Produzione: Walt Disney Pictures, Lin Pictures, Marc Platt Productions
Attori: Will Smith, Gigi Proietti, Mena Massoud, Billy Magnussen, Naomi Scott, Nasim Pedrad, Navid Negahban, Kamil Lemieszewski, Marwan Kenzari, Numan Acar, Bern Collaço
Aladdin, perdutamente innamorato della principessa Jasmine, rinviene una lampada che scoprirà essere magica. Essa tiene prigioniero un genio il cui destino è di esaudire tre desideri al possessore della lampada.


🧞‍♂️ Impossibile non cominciare nel dire che il film ha addirittura superato le mie aspettative. MERAVIGLIOSO. La partecipazione di Will Smith mi aveva già parecchio influenzata, ma mai mi sarei aspettata cotanto splendore.

🧞‍♂️ Le musiche di Aladdin sono un'istituzione. 💙 Le canto fin da bambina, e le modifiche apportate nel film sono state perfette!!! Sia nelle canzoni più movimentate, che in quelle più romantiche, i cambiamenti hanno dato maggiore spessore alla scena. E a proposito di canzoni, non si può non parlare di quella di Jasmine. 🎶
"Quest’onda enorme è già sopra di me
È grande e non sto respirando
Provo a sentire la mia voce che
Pian piano sta ormai crollando
Ma io so già
Che se vacillo e tremo
Chiunque saprà
Zittirmi, levarmi il fiato Io voglio urlare
Forte come il mare
E tu non mi puoi fermare
Questa voce nessuno la spegne
Levarmi il fiato soffocarmi
Non ti basta per fermarmi
Questa voce nessuno la spegne"
L'ho ADORATA.

È stata una chicca inaspettata che, come nel "La Bella e la Bestia" con la canzone della Bestia, ha incrementato il valore musicale di questi capolavori disneyniani. 🎵💜 APPROVATE.

🧞‍♂️ Com'è capitato con Dumbo, anche con questo Live Action ho avuto modo di apprezzare maggiormente un personaggio: ovvero, appunto, Jasmine. Non l'avevo considerata più di tanto tra le principesse "preferite", pur essendo molto combattiva e decisamente arguta e furba, la sua presenza nel cartone viene ampiamente offuscata da Aladdin, il modo in cui l'hanno presentata e lo spazio che le hanno dato nel film, mi ha dato modo di "riconoscere" in lei uno spessore che prima avevamo tralasciato. Quindi ringraziamo Guy Ritchie 💙💙

🧞‍♂️ Parlando di personaggi, trovo che la scelta di ogni attore sia stata PERFETTA. Tutti i personaggi sono somiglianti e anche le voci sono perfette! Avevo sentito molti pareri negativi sulla voce di Jafar ma non l'ho trovata pessima come dicevano! Inoltre la scelta di Will come genio è stata superba. Le risate che ci siamo fatte in sala, con Mari, per le sue espressioni uniche, non si possono capire.

Il film è stato divertentissimo e molto emozionante. Sicuramente un capolavoro che non si può assolutamente perdere.

Voto 10

domenica 26 maggio 2019

"Il modo piu sbagliato di amare" di Lexi Ryan

domenica, maggio 26, 2019 0 Comments
Il modo piu sbagliato di amare
Lexi Ryan



Titolo originale:
The Wrong Kind of Love
Listino:
9,90€
Copertina: Brossura
Editore: Newton Compton
Pagine: 348
EAN: 9788822727626
Data di uscita: 23/05/2019
Genere: romance
"Ci sono cose che non si dimenticano. Il giorno del tuo matrimonio, per esempio. Oppure il momento in cui tua sorella vomita sopra il bouquet e confessa di essere incinta... del tuo fidanzato. Volevo solo fuggire. Nascondermi fino a quando le mie ferite non si fossero chiuse. E così mi sono ritrovata in una strana città nel letto di un affascinante sconosciuto. Per un momento mi ha fatto dimenticare quella che avrebbe dovuto essere la notte del mio matrimonio. Ma poi, incapace di tornare indietro ad affrontare la mia vita ormai a pezzi, ho deciso di rimanere. Mi sono finta mia sorella, così da poter avere il suo lavoro a Jackson Harbor. E ho accettato di occuparmi di una bambina di sei anni. Ma non potevo certo immaginare che suo padre fosse l'uomo misterioso con cui avevo trascorso la notte, il dottor Ethan Jackson. Ho sperato che Ethan non scoprisse mai il mio segreto. Speravo che per lui non fosse così importante. Ma più gli ero vicina e più mi innamoravo. Ignoravo che ci fosse, oltre al mio segreto, qualcos'altro in grado di dividerci per sempre".


Nessuno può rendere felice qualcun altro. È una cosa che dobbiamo fare da soli.
Questa settimana sono stata male, prima di quasimorire stavo leggendo un altro romanzo di Felicia Kingsley, ovvero "Una Cenerentola a Manhattan", ma nel momento in cui mi sono ammalata ero arrivata ad una parte un po' esasperante per la protagonista, di conseguenza non me la sentivo di continuare la lettura. Quindi ho preferito aprire il Kobo per cercare qualcos'altro; e mi sono imbattuta in questo romanzo "Il modo più sbagliato di amare" di Lexi Ryan.
Non so cosa mi abbia spinto, genericamente non leggo un libro prima di aver letto la trama, soprattutto un Newton (essendo che molte volte pubblica romanzi tristi, cosa che rifuggo come la morte), ma questa volta non so. Pur stando male mi sono ritrovata ad aprire il libro e a cominciare a leggere, leggere, leggere, e ad un certo punto lo avevo terminato.
E' stato intenso. Triste, a suo modo, ma felice anche.

Credo ci sia stato qualcosa di magico nello scoprire questo libro.

Le storie melense non sono il mio genere e nemmeno quelle troppo hot per il "surrealismo" delle situazioni. Ma non qui, non questa volta. Tutto sembrava così realistico, così vero, come se stesse accadendo ad una persona che conosco, come se me lo stesse raccontando Nic. Questa cosa è stata estremamente piacevole. La connessione con i protagonisti era inevitabile, i loro pensieri erano in linea con i miei, erano giusti. Non mi capitava di trovare un romance così bello da molto tempo e ne sono felice. Al solito trovo sempre una certa difficoltà con la parte finale, per l'happy ending, diciamo. E anche qui c'è stato qualcosa che mi ha lasciato non completamente convinta, ma è stato un granello nella sabbia, quindi comunque lo considero un libro da meraviglioso.
Ciò che mi è molto piaciuto è stato quello di non lasciare mai la trama in balia degli eventi, della narrazione noiosa, non c'è stata un pagina che non sia stata avvincente o divertente, o triste, era tutto perfetto, niente chiacchierate inutili.
Inoltre, il protagonista, è il mio protagonista ideale: quello bello da morire, ma che non viene descritto di continuo come un dio greco! E' bello e basta, non si sta a dire quanto il cielo sia stato caritatevole con lui o con i suoi addominali o con i suoi genitali.

No. Lui è bello, punto, nozione acquisita e si va avanti.

E' ovviamente gentile e dolce, ma niente di zuccheroso all'inverosimile. Nessun dottor Stranamore, solo il Dottor Malumore, con le sue, a volte, parole gentili:
«Mi sarei potuta occupare di me stessa». «Non ne dubito». Si alza e appoggia il libro sulla poltrona, prima di avvicinarsi a me. «Ma solo perché sei in grado, non vuol dire che tu debba farlo.»
E la protagonista non è una cretina, o meglio forse all'inizio è un po' babba, ma lo è per motivi giusti, per motivi che oltre le pagine anche qui nel nostro mondo l'avrebbero portata a essere eccessivamente buona e disponibile. Ma pur essendo una dolce Biancaneve ha aspetti umani: è estremamente ironica, divertentissima:
Sostituirò gli striminziti négligé di pizzo che urlano “Scopami” con delle camicie da notte di flanella lunghe fino ai piedi e col collo alto, che saranno il primo passo verso una vita da gattara.
e ha debolezze che tratta com'è giusto che vengano trattate, come se fossero cose normali, non cose di cui vergognarsi:
Ora sto bene, ma stare bene per me non è sempre così facile come per gli altri.
E come me, anche lei ha fatto un tatuaggio come promemoria, ma mentre lei si è tatuata “Basta il mio amore”, io ho tatuato due farfalle e l'ideogramma di Libertà:
È un promemoria che quello che ho da offrire è abbastanza. Quando l’oscurità tornava a prendersi mia madre e le mie relazioni fallivano inevitabilmente, dovevo ricordarmi che il mio amore era sufficiente. Che anche quando non ce la faccio, mi merito comunque l’amore e la felicità. Mi aggrappo a quello, quando l’oscurità viene a prendermi.
Questo suo lato l'ho trovato intenso. E' una cosa che mi tocca personalmente, e questo me lo rende più caro. Ho apprezzato anche come ne abbia parlato la stessa autrice alla fine del romanzo:
Mi piace il fatto che Nic non se ne vergogni. La tratta come una malattia qualsiasi, come qualcosa di cui deve occuparsi e che va gestito in maniera opportuna, ma non se ne vergogna.
E per ultimo, ma non ultimo, ho adorato una frase che dice Nic. E' una di quelle cose che penso sempre in segreto, e che pensavo fossero un po' paranoiche, e invece no, Nic mi fa sentire così giusta, così capita. L'adoro.
Faccio sempre così. Fantastico sul mio compleanno. Mi aspetto che sia pieno di momenti incredibili in cui tutto è perfetto e quando le cose vanno diversamente, ci rimango male. Devo smettere di farlo.

Per concludere, oltre i protagonisti e le loro sfaccettature meravigliose, anche il contorno è bellissimo: la bambina, il rapporto con Teag, e i fratelli testosteronici di Ethan (di cui voglio ASSOLUTAMENTE un seguito ORA). 
Ma mi ritrovo sempre a infastidirmi nei confronti delle sorelle stronze delle protagoniste: perché non gliela fate mai pagare a queste vipere???? Perché non mi date mai la dolce soddisfazione della vendetta?! Perché voi come me non "adorate i vostri rancori e li accudite come animaletti"????? (Cit. di Big Little Lies)

Comunque, appena uscirò di casa, la prima cosa che farò sarà quella di comprare il cartaceo, perché ne vale la pena, perché vale lo spazio che mi resta nella stanza (pochissimo), perché lo voglio lì, insieme agli altri amici che mi hanno insegnato o semplicemente ricordato qualcosa.
Intanto ecco la copertina originale (bella, ma forse questa volta quella italiana la batte!), mentre aspettiamo con poca pazienza l'uscita di un altro suo libro, sperando di trovarlo altrettanto immensamente meraviglioso.

martedì 16 aprile 2019

Segnalazione: "L’ultima chance…" di Ilaria Vecchietti

martedì, aprile 16, 2019 1 Comments
L’ultima chance…
Ilaria Vecchietti



Listino:
5,00 euro (cartaceo), 0,99 euro (ebook)
Editore: Self Publishing con Amazon
Pagine: 88
EAN: 978-8899845209
Data di uscita: 23/05/2019
Genere: racconto narrativa, contemporaneo, romance, fantascienza apocalittica
Avete mai vissuto un amore impossibile? E nonostante questa consapevolezza gli siete stati sempre vicino, soffrendo in silenzio? A Irene è successo, eppure sono stati gli anni più belli della sua vita. Ora è riuscita a tornare a casa, tutto solamente per rivedere il suo unico grande amore.





LINK ACQUISTO su amazon: 
https://www.amazon.it/Lultima-chance-Ilaria-Vecchietti-ebook/dp/B07PM972DM/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1552493553&sr=1-1



    BIOGRAFIA: 
    Ilaria Vecchietti è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli, nella bella Valsesia, una lunga vallata percorsa dal fiume Sesia fino ai piedi del Monte Rosa. Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro. Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura. Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy, in tutte le sue sfumature. Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere, e da quando l’ha scoperto non si è più fermata nell'inventare storie e avventure.
    Il suo romanzo d’esordio è L’Imperatrice della Tredicesima Terra (2016), edito Aletti Editori. Si tratta di un fantasy autoconclusivo dove la protagonista, oltre salvare il suo mondo, deve ritrovare se stessa.
    Da giugno 2016 ha aperto un blog letterario dal nome Buona lettura, dove pubblica principalmente recensioni dei libri che legge, ma non solo, segnala le nuove uscite (sia da parte di case editrici e sia di autori esordienti autopubblicati) e anche eventi "librosi" o interviste.
    Il 24 luglio 2017 in collaborazione con Claudia Piano (autrice di molti romanzi, fra cui spicca Armonia Saga) e altri autori, ha pubblicato una raccolta di racconti fantasy facente parte del mondo di Armonia Saga, dal titolo Un giorno ad Armonia, (il suo racconto si intitola: La Sinfonia Incatenante). Il racconto prende in prestito i personaggi inventati da Claudia e li porta in un mondo nuovo.
    A novembre 2017 pubblica tramite Amazon il secondo romanzo fantasy: L’Isola dei Demoni. Un'altra storia autoconclusiva dove le vite di vari personaggi si intrecciano e, superando il loro passato, dovranno salvare la loro terra.
    Il 21 luglio 2018, sempre in collaborazione con Claudia Piano, esce la seconda raccolta di racconti fantasy Un giorno ad Armonia – Vol. 2 (il suo racconto si intitola: La Valle del Tempo Perduto). Prendendo ancora in prestito i personaggi della saga di Armonia, Ilaria li coinvolge in una ricerca miracolosa per salvare il mondo della Musicomagia.
    L’ultima chance… è il primo racconto di Ilaria che si discosta totalmente dal genere fantasy da lei prediletto e si avvicina al romance, sotto forma prevalente di un lungo monologo della protagonista; e anche se il finale appartiene alla fantascienza apocalittica, il tema principale rimane in ogni caso l’amore che vince su ogni cosa.



    Contatti autore: 
    • Indirizzo blog "Buona lettura":www.unabuonalettura.blogspot.it
    • Pagina Facebook "Buona lettura":
      www.facebook.com/buonalettura88
    • Account Twitter "Buona_lettura":
      www.twitter.com/buona_lettura
    • Account Instagram "buona_lettura88":
      https://www.instagram.com/buona_lettura88/
    • Account Bloglovin' "Buona lettura":https://www.bloglovin.com/blogs/buona-lettura-18385013
    • Account Goodreads "Ilaria Vecchietti":
      https://www.goodreads.com/author/show/17057211.Ilaria_Vecchietti
    • Account LinkedIn "Ilaria Vecchietti":
      https://it.linkedin.com/in/ilaria-vecchietti-2898a261
    • Email: ila.vecchietti@gmail.com

    domenica 3 marzo 2019

    ☆ Autumn Recap 2018

    domenica, marzo 03, 2019 3 Comments

    Bentornati al Recap stagionale :)
    In questi mesi sono stata mooooooooooolto assente, peggio delle altre volte, lo so. Ma ho iniziato il tirocinio e la voglia di vivere è praticamente quasi volata via dal balcone. T.T Tra l'altro si è rotto il PC e sinceramente il pensiero di postare dal telefono mi faceva venire voglia di buttarmi dal balcone insieme alla voglia di vivere!!!
    Di fatti, come vedrete, ho ben poco materiale letterario questa volta :/
    Ecco il riepilogo autunnale!
    Buona lettura :)


    ☆ letture 


    - Il ladro gentiluomo → 5+stelline - Recensione
    - Life and death → 1stelline - Recensione a breve
    - Caraval → 4stelline - Recensione a breve




    Takane to Hana 4 - 5 → Come detto l'altra volta, avevo letto su internet soltanto il primo volume, e mi era piaciuto molto, ma per adesso non trovo un netto miglioramento! Sembra un po' piatto... ma continuerò a comprarlo sperando in meglio.

    - Dawn of the Arcana 1 - 2 - 3 → Questo manga lo volevo comprare da molto! La Flashbook mi da sempre meravigliosi capolavori, fino adesso! Sono all'inizio, e ancora non si sa molto, ma sembra promettere bene. I disegni sono molto belli, e come le tantissime fan sono molto dispiaciuta per il taglio di capelli della bella principessa dai capelli rossi!




    ☆ la cover piu' bella 





    ☆ serie tv 
    - Riverdale - 2stagione → Ho concluso la serie con non poche difficoltà! A differenza della prima stagione, questa è stata veramente lenta, e averi preso a cazzotti Veronica e Archie ad ogni puntata!!!! Un'agonia. Vale solo per le ultime due puntate. Adesso aspetto che esca a metà marzo su Premium la terza... vedremo.

    - The good doctor - 1stagione → Ho finito anche questa stagione e il mio commento rimane più o meno uguale! Davvero bella e ben fatta, l'avrei articolata meglio a volte, ma anche "le scelte di cavolo" alla fine raggiungono il giusto risultato! Le lacrime sono assicurate, così come la visione della seconda stagione!

    - Non dirlo al mio capo - 2stagione → La prima stagione mi aveva fatta collassare dalle risate, e seppur questa sia stata comunque molto divertente, a volte, era ridondante! Comunque ha avuto il suo finale rosa. ❤ Se voleste leggere i mini commenti per ogni puntata li troverete sulla pagina instagram, oppure tra qualche tempo sul blog nella sezione "serie TV"!! :)

     - Harrow - 1stagione → Sembrava interessante... ma sono arrivata a metà e boh. Non è scattata la scintilla! Cercherò di fonire solo per una questione di curiosità!!

    - The White Princess - 1stagione → L'ho cominciato durante un periodo un po' così ed era abbastanza intrigante da farmi dimenticare la realtà per quei 45 minuti! Non l'ho finito, la lo riprenderò sicuramente!!!

    - Picnic at Hanging Rock → E niente, sono andata avanti di una puntata, e non ho ancora capito.

    - Jane The virgin - 3stagione → Jane rimane la mia serie di shampoo anche in questa stagione autunnale! (per maggiori informazioni SummerRecap)

    - The Gifted - 2stagione → Sono ancora un po' così con questa serie, ma è sicuramente migliorata rispetto alla prima stagione che era morta! Vedremo come procede!

    - Once upon a time - 7stagione → Ho ripreso la serie, ma non l'ho ancora completata... penso di essere alla settima puntata ancora! E per quanto sia carino vedere Henry grande... beh, potevano evitare di farla! Sul serio. Soprattutto dopo che ho visto come finiva la storia de La Bella e la Bestia (cerco di evitare spoiler!)!!!

    - Poldark - 1/2stagione → Avevo sentito parlare a lungo di questa serie, e finalmente mi sono convinta a guardarla! E' stata una scoperta sensazionale. *-* Meravigliosa, veramente! E' grazie a questa serie che ho avuto l'idea di inserire la voce "personaggio preferito" per ogni serie TV, perché, come mi è capitato anche altre volte, ho amato un personaggio che non è il protagonista, e poiché questa volta è stato un amore ancora più preponderante rispetto alle volte precedenti, la voglia di creare questa categoria è stata immensa!

    - L'Allieva -2stagione → NON VEDEVO L'ORA DI VEDERLA. L'ho aspettata tantissimoo!!! E chi segue il mio blog sa che amo questa serie di libri e televisiva. ❤ Ammetto che le prime puntate non mi hanno entusiasmato ma poi è migliorata e ci sono state scene da iperventilazione!!!! ❤ ❤

    - I Medici - 2stagione → Meno lenta rispetto a quella di Cosimo... ma non saprei dire altro perché poi l'ho persa di continuo la visione e devo ancora recuperarla! xD (forse)

    Le terrificanti avventure di Sabrina - 1stagione → Meraviiigliooosaaaaa!!!! E' un cult. Ed ero spaventata all'idea che potessero rovinare l'idea che avevo di lei! E invece no, è stata una incredibile reinterpretazione della storia (che ho letto essere stata nuovamente pubblicata in chiave dark qualche anno fa). Tra l'altro solo dopo aver visto la prima puntata ho scoperto che Sabrina è un personaggio nato in Riverdale. Se non è questa una figata!?!




    ☆ cinema 
    - Venom → il primo quarto d'ora non pensavo nemmeno fosse un Marvel... ma l'entrata di Venom rivoluziona completamente l'andamento del film!!! So che a molti non è piaciuto come film, in quanto ha modificato molto della storia del personaggio, ma penso che ormai si sia capito che la Marvel modifica sempre il corso delle storie, e personalmente questa modifica l'ho molto gradita. Ho riso tantissimo, quindi per me è stato un bel film!

    - Lo Schiaccianoci → E' la terza versione dello schiaccianoci che vedo: la prima è stata quella di Barbie, e la seconda quella con la sorella di Dakota. Probabilmente è stata la versione più carina.

    - Il bosco dei 100 Acri → E' stato ADORABILE dall'inizio alla fine! Sono contenta di esserci andata e mi sono molto commossa con questo film!

    - Animali fantastici e dove trovarli - I crimini di Grindelwald → Ho partecipato all'anteprima di Animali Fantastici e i crimini di Grindelwald all'Uci Cinemas e ho, di conseguenza, partecipato anche alla visione di Animali Fantastici e dove trovarli delle 17.30... Non vi dico come avevo il fondoschiena. E la schiena. 👵🏻👵🏻 Comuqnue. ⚡ Avevo sentito diversi pareri negativi sul film... E la cosa mi aveva spaventata. Ammetto che, invece, a livello grafico e tutto è più o meno in pari con il precedente! Certo... Le movenze di Newt nei confronti degli animali li trovo sempre troppo poco reali, graficamente parlando, ma va bene lo stesso! A livello di trama, trovo che stiano cercando volutamente di allungare il brodo! Perché sì, sfortunatamente finisce senza una vera conclusione, come invece finiva il primo! Ci sono numerosi cuori spezzati e decisamente troppe domande! Domande che hanno spinto numerosi ragazzi (me compresa) a cercare sul telefono notizie, calcolare date, fare conti, pur di portarsi avanti col ragionamento!!! E beh. La conclusione è che si dovrà aspettare il terzo film per avere delle risposte! Ho molto apprezzato la presenza di Jamie Campbell nel ruolo del giovane Grindelwald. Credevo avessero abolito la sua partecipazione, invece no. 🖤




    E per quest'altra stagione ho concluso! Spero, anche questa volta, che abbiate trovato piacevole la lettura :) Alla prossima stagione (che arriverà a breve data la pubblicazione di questa ahahahahha)

    martedì 16 ottobre 2018

    "Il ladro gentiluomo" di Alessia Gazzola

    martedì, ottobre 16, 2018 4 Comments
    Il ladro gentiluomo
    Alessia Gazzola



    Listino:
    18,60€
    Copertina: Rilegato
    Editore: Longanesi
    Pagine: 304
    EAN: 9788830449633
    Data di uscita: 15/10/2018
    Genere: romanzo giallo
    Alice Allevi, finalmente Specialista in Medicina Legale, ha dovuto affrontare scelte difficili sia sul piano professionale che su quello sentimentale. Dopo un lungo e burrascoso corteggiamento, sembrava che tra lei e Claudio Conforti, l’affascinante e imprevedibile medico legale con il quale ha condiviso ogni disavventura dai tempi della specializzazione, fosse nato qualcosa. Per un attimo, Alice ha creduto finalmente di aver raggiunto un periodo di serenità, almeno al di fuori dell’Istituto di Medicina Legale. Ma in un momento di smarrimento sentimentale chiede un trasferimento. E lo ottiene: a Domodossola. Per sua fortuna, o suo malgrado, Alice non avrà molto tempo per indugiare sul proprio destino, perché subito un nuovo caso la travolge. Durante quella che credeva essere un’autopsia di routine, Alice ritrova un diamante nello stomaco del cadavere. Una pietra di notevole caratura e valore, ma anche una prova materiale importante per il caso. Per questo, Alice si premura di convocare un ufficiale giudiziario a cui consegnarlo in custodia. L’ufficiale che si presenta da lei è un uomo distinto ed elegante, dai modi cortesi ed impeccabili, e Alice non esita ad affidargli il diamante. Ed è a quel punto che il fantomatico ufficiale sparisce nel nulla e i guai per Alice iniziano a farsi enormi…


    Il libro è uscito ieri e l'impazienza di finire ha preso il sopravvento 🙄 volevo godermelo piano piano, ma non ci sono riuscita! L'ansia era troppa, e alle quattro l'avevo già finito! Sono stata a contorcermi per tutta la notte temendo il peggio!!!! Stavo già per collassare. E invece no, forse ho speranze di rimanere incolume fino al prossimo libro! 😶😶 Forse.
    Il tempo ha un significato così diverso, se ci si scrolla di dosso la fretta.
    Alice si ritrova a Domodossola in una nuova esperienza lavorativa e questa novità trovo che abbia spezzato la routine degli ultimi libri. Vederla in azione non più vicino a Calligaris ma con il nuovo PM di Domodossola è stata acqua fresca! Sempre curiosa e sempre incosciente, si ritrova nel bel mezzo di un nuovo delitto, e questa volta la persona coinvolta è veramente molto vicina!
    Sarà stato per il fatto che erano le quattro di notte ed ero al buio o magari proprio per l'atmosfera tesa generata dalla Gazzola, nelle ultime scene ho temuto sul serio per la vita di Alice!
    Adrenalinico. 🖤
    Ma esiste chi tira fuori il peggio di noi, è un fatto. Il tutto rientra nella varietà delle emozioni che siamo in grado di provare, purché non le portiamo alle estreme conseguenze. Forse è proprio varcare il confine che ci definisce. Il momento cruciale è quello della scelta. Oltrepassato il limite, niente sarà più uguale.
    Parlando invece di relazioni... aspettatevi:
    fuochi d'artificio,
    bombe,
    coriandoli,
    fucilate,
    Hiroshima e Nagasaki.
    Ci sono così tanti sentimenti e così intensi che penso questo libro possa considerarsi il più appassionante tra tutti!! Non rimarrete tranquilli, verrete scalzati dalla sedia (divano o letto che sia) e rimarrete in ansia fino all'ultimo secondo! Per me è stato così.
    Un tripudio di bellezza e angoscia! 🖤🖤
    È così semplice far pace, se lo si desidera. Il bisogno di un abbraccio sgretola il resto. E poi, io sarò anche un’irresponsabile cronica e lui non brillerà per capacità di empatia e comunicazione, ma per qualche misteriosa ragione siamo fatti l’uno per l’altra. Forse ci compensiamo nelle nostre rispettive mancanze. O magari, banalmente, è amore.
    Tra l'altro, mi ha letteralmente spiazzata lo scoprire che in questo anno di attesa, le congetture fatte sono state centrate in pieno!!!! 😱😱 Nero su bianco. E come detto alla Gazzola stessa, con questo non voglio dire assolutamente che l'idea fosse scontata, anzi, che finalmente un libro ha raggiunto i livelli che nel più intimo pensiero desideravo raggiungesse.
    Che dire?! La meraviglia. 🖤🖤
    Senza considerare che FINALMENTE ascoltiamo i pensieri del nostro amato CC! E' stata una sorpresa incantevole!!!! 🖤🖤🖤 Non me l'aspettavo di certo, ed è stato molto emozionante, soprattutto il sentirgli parlare della famiglia, persone delle quali non sapevamo assolutamente nulla.
    Io ti amo.
    Inoltre, non voglio fare spoiler, ma una scena in particolare ha riscosso in me lo stesso struggimento causato da Tatiana e Alexander in "Il giardino d'estate". A buon intenditore poche parole.

    Per concludere (perché potrei parlarne per ore per quanto materiale è presente!) sono entusiasta di quanta strada abbiano fatto i nostri protagonisti, non solo CC, ma anche Alice! Ogni libro è un gradino nella maturazione e nella consolidazione della propria persona. Trovo che abbia sempre una certa saggezza mista alla sua sbadataggine. E io la amo anche per questo. 🖤🖤
    Sono infantile ai miei stessi occhi eppure questa mia imperfezione riesco a perdonarmela. Sono quel che sono. Ho limiti e contraddizioni, esattamente come tutti, anche se a volte ho la sensazione di pagare un prezzo più alto degli altri.

    martedì 9 ottobre 2018

    "Begin Again" di Mona Kasten

    martedì, ottobre 09, 2018 0 Comments
    Begin Again
    Mona Kasten



    Titolo originale:
    The Wrong Kind of Love
    Listino:
    14,90€€
    Copertina: Rilegato
    Editore: Sperling & Kupfer
    Pagine: 445
    EAN: 9788820064341
    Data di uscita: 06/03/2018
    Genere: young adult
    Nuovo nome, nuovo taglio di capelli, nuova città. Così Allie Harper, diciannove anni, è pronta a scrivere la sua storia, a un migliaio di chilometri di distanza dal suo passato, all'università di Woodshill, dove si è iscritta a Letteratura. Ma c'è ancora un tassello mancante per rendere davvero perfetto questo nuovo inizio: un alloggio. La ricerca si sta rivelando più difficile del previsto e Allie ha smesso di contare i tentativi andati male. Finché, all'ultimo appuntamento in agenda, finalmente arriva lei: la casa perfetta. Pulita, luminosa e accogliente. Peccato per la compagnia: con i suoi tatuaggi e l'aria strafottente, Kaden White è l'ultima persona con cui Allie vorrebbe condividere un appartamento. E Kaden, dal canto suo, non vuole affatto una coinquilina, che lo tramortisca con tutte le sue chiacchiere da donna. Purtroppo per loro, però, le circostanze non lasciano altra scelta. Non resta quindi che arrendersi e stabilire immediatamente le tre regole fondamentali per la convivenza perfetta: niente sentimentalismi, nessun'interferenza nei fatti altrui e, soprattutto, nessun contatto fisico. Ma le regole sono fatte per essere infrante…


    Penso di poter nominare questa estate 2018 l'estate dei romance. Dopo Paper Kingdom, Rebel Love e Real Love, ecco un nuovo romance. E considerando la velocità con cui li ho letti, ero sicura di finire a breve anche gli altri due libri: Trust Again e Feel Again. In realtà dopo aver cominciato il secondo, proprio a metà... Ho avuto un blocco! Ho dimenticato persino di pubblicare la recensione del primo -.- ma eccola qui 🙃

    La scrittura dell'autrice è fluida, come piace a me. E' divertente e i personaggi sono stati ben delineati. I problemi del loro passato vengono svelati piano, ed uno alla volta, rendendo struggenti alcune scene.
    Ho particolarmente apprezzato quella in cui [spoiler] Allie viene sbattuta fuori! E la sua reticenza a tornare con Kaden è stata giusta: un ritorno di fiamma repentino non l'avrei sopportato! Cerco sempre di "umanizzare" i personaggi cercando le reazioni più possibili, e quando ciò non avviene, quando si comportano all'infuori di ogni logica mi irrito molto!! Invece Allie ha reagito come era giusto che reagisse. E Kaden si è fatto perdonare! Non solo da Allie, ma anche da Down e Scott, e ho adorato questa cosa di tenerli in considerazione!! Soprattutto Scott che era incazzato nero! Un personaggio esilarante. L'ho amato subito!!! 💝💝
    Scott fissava la ciambella come se avesse appena scoperto una nuova forma di vita. «Io lo vorrei odiare, ma non credo di farcela se mi porta le ciambelle.»
    Down è pure adorabile, è un cucciolo; o come direbbe Veronica Mars: un marshmallow!!
    «Kaden ha portato la pizza», dissi con voce tremante, abbassando lentamente le mani. Dawn mi fissò perplessa. «Che stronzo. Ma come si permette?»
    A dire il vero ero rimasta delusa nel vedere che con Spencer non fosse successo nulla... Non avevo capito che fossero collegati i libri xD quindi immaginate la mia felicità nello scoprire che i protagonisti del secondo libro sono proprio Down e Spencer!!! A questo punto, nel terzo mi aspetto Scott. Chissà 🤔😍

    Una delle cose che ho trovato molto carina è la playlist iniziale! Come se attraverso quelle canzoni si potesse entrare meglio all'interno della storia, come accade un po' nei film, in cui la musica rappresenta il 70% del gradimento!
    La musica mi era stata d’aiuto per superare molte brutte giornate. Certe canzoni mi lasciavano una sensazione particolare e bastavano poche note per ritrovarla, in qualunque situazione fossi. Questo pezzo in particolare possedeva la magica capacità di guarirmi di nuovo ogni volta.
    L'altra cosa che mi è piaciuta, ma che in realtà mi piace in tutti i libri in cui lo ritrovo, è il menzionare serie TV o film che realmente esistono, e quando i gusti dei personaggi sono simili ai miei, mi sento più vicina a loro, come se fossero le persone giuste con cui poter fare amicizia! E Allie ha decisamente i miei gusti tra supereroi (Agents of SHIELD, Arrow, Flash), e vampiri come The Vampire Diaries! Spero solo che sia Stelena xD

    PS. Una frase di Kaden in particolare mi ha colpita. E' una di quelle cose che anche se siamo nel 2000 a volte viene sottovalutata, per cui leggerla è stato bello.
    Voglio sapere se sei sicura di noi. Il fatto che non sia la prima volta per te non ne diminuisce l’importanza.

    venerdì 5 ottobre 2018

    5 COSE CHE...#15: 5 film d'animazione giapponese ♡

    venerdì, ottobre 05, 2018 11 Comments

    Buongiorno readers :) Quindicesima partecipazione all'iniziativa del blog Twins Book Lovers. Come al solito, spiego brevemente in cosa consiste questa iniziativa: si tratta di una rubrica settimanale, che si svolge il venerdì, e che consiste nell'inserire "5 cose che..." di un tema ben prestabilito! Il tema scelto questa settimana è: 5 film d'animazione giapponese.
    Non potevo certo mancare a questo appuntamento 😍 L'ho fatto a tratti dal cellulare, quindi perdonate eventuali errori!

    PS. Ho notato che per alcuni c'è una specie di graduatoria! Per me, sia in questo tema, che negli altri sono tutti allo stesso livello :)


    Il castello errante di Howl
    (2004)
    ❛❛L'anima ha il suo peso.
    Il primo film di Miyazaki che ho visto. Ha un valore sentimentale, oltre al fatto che è meraviglioso! 💛💛




    Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento
    (2010)
    ❛❛A volte son 'happy', a volte sto giù
    Vorrei incontrare qualcun
    Con il vento tra i capelli miei
    Vorrei stare a fissare il cielo
    Un fiore a te vorrei venire a portar
    Là fuori tutto un altro mondo c'è
    Guarda le farfalle volteggiare!
    È solo me che stanno ad aspettar...
    Così niente può mai cambiare
    Nel mio piccolo mondo personale
    Non che lo detesti o che
    Ma a proposito di te
    Di più, di più io vorrei saper
    Tristezza e felicità vengono sempre
    In coppia mischiate fra lor
    Altro film dello Studio Ghibli! Questo ha un valore "musicale". 🎵🎵 Ho ascoltato questa canzone milioni di volte così dolce da sembrare una ninna nanna, ma energica al contempo. Meravigliosa. 💜💜




    Digimon - Il film
    (2000)
    ❛❛Questa volta non ho il fischietto per svegliarti, ma ti porto il grido del mondo intero. Ascolta.È il grido di milioni di ragazzi che non si arrendono, che continuano a incitarti con le e-mail, che hanno bisogno del tuo aiuto. Sei la loro unica speranza, non tradirli. Non abbandonarli.
    Ero innamorata di questo anime, da piccola!!! E quando è uscito il film in cui c'erano protagonisti T.K. e soprattutto Kari che è la mia protagonista preferita, ero super entusiasta!!!! 💚💚




    Pokémon - Mewto contro Mew
    (1998)
    ❛❛Mew: Abbiamo tante cose in comune: la stessa terra, la stessa aria, lo stesso cielo. Forse, se cominciassimo a considerare quello che ci accomuna, invece di mettere in risalto le differenze, un giorno chissà...
    Mewto: Quell'umano aveva sacrificato la propria vita per salvare i Pokémon. Io li facevo combattere, ma ora che hanno messo da parte le loro differenze, vedo la grande forza interiore che li unisce. Solo ora capisco che il modo in cui si viene al mondo è irrilevante, è quello che fai del dono della vita che stabilisce chi sei.
    Il mio primo film d'animazione giapponese. Il primo che ho visto e che ho amato tantissimo!!!! Ho pianto fiumi di lacrime nella parte finale! 💔 Meraviglioso.





    Inuyasha
    Beh. È inuyasha e non sapevo davvero quale scegliere! Per cui li ho scelti tutti! 🖤🖤




    La lista è finita, spero che vi sia piaciuta 😘😘